rimini

Il mio amico di Rimini. Così muoiono i partiti

Venerdì: giornata bella, giornata malinconica. Sono andato a Rimini per questioni riservate (ma non private). Ne ho approfittato per rivedere dopo diversi anni un caro amico. Si chiama Giorgio Giovagnoli. Lo conobbi più di trenta anni fa. Io ero stato invitato a parlare di mafia dalle scuole riminesi. Lui era il capo di gabinetto del
Continua a leggere...