Ecco a voi l’università itinerante con l’occhio (e il cuore) dell’artista

Questa è la lettera bellissima giunta ieri sera all’università itinerante da Alessandro Sipolo (foto), operatore con i migranti a Brescia, grande cantautore (cercate, sentite “Eresie”…), e mio grandissimo allievo. Alessandro ieri aveva un concerto ed è dovuto partire prima. Credo non ci sia spiegazione migliore del senso di questa esperienza calabrese… Isola di Capo Rizzuto,
Continua a leggere...