La favola dolorosa del capitano D’Aleo ucciso dai clan e della sua fidanzata

Una targa vuol dire molto o niente. Quella dedicata l’altro giorno al capitano dei carabinieri Mario D’Aleo al liceo Cavour di Roma vuol dire molto. Perché il capitano in quel liceo ci aveva studiato, ne era stato allievo, anche se per molto tempo la stessa scuola se n’era dimenticata. E perché l’intitolazione è avvenuta con
Continua a leggere...

Il gran rifiuto di Habermas in nome dei diritti (quelli veri)

Dunque si può. Leggo che Jurgen Habermas (in foto), sociologo e filosofo tedesco, uno dei più eminenti intellettuali europei, tra i massimi protagonisti della celebre scuola di Francoforte, ha rifiutato un ricco premio, 225mila euro, intitolato a Sheikh Zaied, ex sultano degli Emirati Arabi Uniti, destinato ogni anno a personalità mondiali della cultura. La ragione
Continua a leggere...